Istituto Comprensivo Copuana - Giarratana (RG)
Esperienza di laboratorio giornalistico fatta dagli alunni
dell'I.C. Luigi Capuana di Giarratana - Anno scolastico 2013 / 2014

 

Lunedì, 18 Febbraio 2013 16:11 Mariachiara Amato

Leopoldo II e il Congo, un genocidio dimenticato

Nei giorni passati a scuola abbiamo parlato delle vittime della shoah e delle foibe, ma purtroppo questi non sono gli unici genocidi che sono stati attuati nel corso della storia. Ce ne sono altri, altrettanto degni di menzione, fra cui quello perpetrato da Leopoldo II in Congo.

Leopoldo II fu re del Belgio dal 10 dicembre 1865 e governò fino alla sua morte. Egli è ricordato per la fondazione e la brutale amministrazione dello stato del Congo. In politica interna si impegnò a garantire la neutralità del Belgio.  In politica estera promosse l’esplorazione dell’Africa nel bacino del fiume Congo, da lui considerato come una grande “autostrada” per i traffici verso l’Africa Occidentale, e di conseguenza nel 1885 divenne Sovrano dello stato indipendente del Congo. Verso la metà del 1800, infatti l’Africa era stata portata di nuovo alla ribalta europea dagli esploratori che vi si erano addentrati per curiosità scientifica, scopi umanitari e missionari.

Fra coloro che invece pensarono di sfruttare l’Africa per realizzare i propri  progetti coloniali ci fu proprio re Leopoldo II. Per aggirare il governo belga, che non mostrava interesse né aveva risorse economiche e militari, nel 1876 il sovrano fondò l’Associazione internazionale dell’Africa (poi Associazione internazionale del Congo). Dal novembre 1884 al febbraio 1885, l’Africa fu spartita in zone di influenza. I conflitti tra le varie potenze favorirono le mire di Leopoldo, sostenute dal Bismarck, e l’antico regno del Congo fu diviso in tre parti: al Portogallo toccò l’Angola e Cabinda; alla Francia la fetta a nord del fiume Zaire; al monarca belga le terre esplorate da Stanley, cioè tutto il bacino del grande fiume e zone circostanti. Nasceva il Libero stato del Congo che il parlamento belga riconobbe come proprietà «esclusiva» di Leopoldo II, senza gravami sui contribuenti belgi. Leopoldo estrasse una grande fortuna dal Congo, all'inizio con l'esportazione di avorio, poi estraendo la gomma dalle piante. Interi villaggi vennero requisiti per farne luoghi di depositi e lavorazione della gomma.  Tutti i congolesi furono obbligati a raccogliere il caucciù senza ricevere niente in cambio e ogni villaggio doveva consegnare agli emissari del re-proprietario una certa quota del prezioso prodotto vegetale: chi si rifiutava, o consegnava quantità minori di quelle richieste, era punito duramente, fino alla mutilazione; a chi non produceva la quota di caucciù veniva tagliata una mano o un piede, alle donne le mammelle. Contro i ribelli si ricorreva all’assassinio, a spedizioni punitive, distruzioni di villaggi, presa in ostaggio delle donne.  Morirono 2 milioni di congolesi su un totale di 15 milioni.

Nel 1908 i pettegolezzi della stampa e dell'opinione pubblica delle notizie sulle atrocità commesse nello stato, fecero sì che il Belgio proclamasse l'annessione ufficiale dello Stato e la fine delle persecuzioni nei confronti dei nativi; la colonia assunse in seguito il nome di Congo Belga.

La scandalosa amministrazione del Congo da parte di Leopoldo II viene ancora oggi ricordata come uno dei crimini internazionali più infamanti del XX secolo. Questa pagina della storia, spesso trascurata, ci fa capire come in passato vi sono stati molti altri genocidi che noi non conosciamo, ma che sarebbe meglio studiare e  approfondire  per conoscere le atrocità di cui l’uomo “bianco” è stato capace.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Il tuo indirizzo email non sarà visibile.
Il codice HTML non è permesso.

Meteo
Meteo Sicilia
“Bianca come il latte, rossa come il sangue”

“Bianca come il latte, rossa come il sangue”

"Bianca come il latte,rossa come il sangue" è il romanzo di esordio di Alessandro D'Avenia,pubblicato nel 2010 dalla casa editrice Mondadori.
Il romanzo racconta in prima persona la storia di Leonardo (meglio conosciuto come Leo) innamorato di Beatrice, una ragazza dai lunghi capelli rossi m...

Commenta

L'amico ritrovato

"L'amico ritrovato" narra l'amicizia nata fra due compagni di banco che hanno origini diverse.
Hans ha origini ebree e Konradin proviene da una nobile famiglia tedesca.
Entrambi condividono la passione per la lettura e per le monete greche.
Il romanzo è ambientato a Stoccarda duran...

Commenta

Twilight

Twilight

La diciassettenne Isabella Swann decide di lasciare la sua casa a Phoenix per andare a vivere con il padre nella piovosa cittadina di Forks e non immagina affatto che nella sua vita presto avverrà una svolta sensazionale, l'incontro con il bellissimo e misterioso Edward Cullen.

Commenta

Binomio fantastico

Binomio fantastico

Altra divertentissima attività condotta durante gli ultimi appuntamenti del laboratorio condotto dalla Prof.ssa Corridore durante le ore del tempo prolungato della II A

Commenta

Vai con i limerik

Vai con i limerik

Durante l'ultimo incontro del rientro pomeridiano della classe II A e II B, la prof.ssa Corridore Rossella ha proposta agli studenti un classico della scrittura creativa: i limerik. Ecco il risultato

Commenta

Ciambella del legame

Ciambella del legame

160 GR DI FIDUCIA
80 GR. DI DIALOGO FUSO
200 GR. DI CONOSCENZA FONDENTE
20 GR. DI CORAGGIO AMARO IN POLVERE
500 GR. DI ATTRAZIONE
250 GR. DI CARATTERE
150 GR. DI ESPERIENZE
3 EMOZIONI
MEZZA BOCCA DI GELOSIA
50 GR. DI OCCHIO
50 GR. DI SITUAZIONI IM...

Commenta

Spaghetti alla fiducia

Spaghetti alla fiducia

INGREDIENTI:

1 L DI DIALOGO
350 GR. DI FIDUCIA
150 GR. DI CORAGGIO
4 TUORLI DI CONFIDENZA
UN PIZZICO DI GELOSIA

Commenta

Il fascino dell'Irlanda

Il fascino dell'Irlanda

Dublino, posta sulla costa orientale dell'isola, è la capitale dell'Irlanda ed è il maggior porto del paese. Non è solo il cuore politico ed economico dell'Irlanda ma è anche la capitale culturale, le cui origini risalgono al III secolo D.C. quando i Vichinghi costruirono il loro villaggio sulle ...

Commenta

La Spagna, tra folclore e modernità

La Spagna, tra folclore e modernità

La Spagna è sicuramente una delle mete turistiche privilegiate anche da noi italiani, in vista dell'imminente stagione estiva, ed è sicuramente un paese affascinante per paesaggi, città e patrimonio artistico. Un aspetto però che colpisce più di ogni altra cosa però è...

Commenta

Quattro chiacchere con il "primo" della classe.

Quattro chiacchere con il "primo" della classe.

Abbiamo avuto il piacere di ospitare nei locali della nostra scuola il Sindaco di Giarratana Dott. Bartolo Giaquinta per discutere su quelle che sono le problematiche del nostro comune e per condividere con il primo cittadino il nostro impegno come studenti, cittadini...

Commenta

Una passione lunga trent’anni

Una passione lunga trent’anni

Abbiamo intervistato Caterino Puccio, fondatore della Compagnia Teatrale "La Giara" di Giarratana.

Commenta

Sognando Beckam: Aladin in salsa indiana

Sognando Beckam: Aladin in salsa indiana

"Sognando Beckham " è il nome che l'autore Gurinder Chandha da al suo film. Il film uscì nel 2002 e fu girato in Inghilterra, in Germania e negli Stati Uniti.

Commenta

Rain man: un'epopea familiare dai toni struggenti e dai contenuti veri

Rain man: un'epopea familiare dai toni struggenti e dai contenuti veri

Rain Man è un film di Barry Levison, vincitore dell'Orso d'oro al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1989, con Dustin Hoffman, Tom Cruise, Valeria Golino.

Commenta

Il Muos pronto all'accensione.

Il Muos pronto all'accensione.

La battaglia sembra essere definitivamente perduta ma la speranza è ancora presente nei tanti siciliani che in questi mesi hanno manifestato il proprio dissenso all'installazione delle famose antenne Muos.

Commenta

Scoperta valle dell’Antartide, più grande del Grand Canyon

Scoperta valle dell’Antartide, più grande del Grand Canyon

Posizionata a più di 2mila metri sotto il livello del mare, la regione è lunga 300 chilometri e profonda tre. Rintracciata da un pool di ricercatori britannici, potrebbe contenere vita ibernata da milioni di anni.

Commenta