Istituto Comprensivo Copuana - Giarratana (RG)
Lunedì, 18 Febbraio 2013 16:11 Mariachiara Amato

Leopoldo II e il Congo, un genocidio dimenticato

Nei giorni passati a scuola abbiamo parlato delle vittime della shoah e delle foibe, ma purtroppo questi non sono gli unici genocidi che sono stati attuati nel corso della storia. Ce ne sono altri, altrettanto degni di menzione, fra cui quello perpetrato da Leopoldo II in Congo.

Leopoldo II fu re del Belgio dal 10 dicembre 1865 e governò fino alla sua morte. Egli è ricordato per la fondazione e la brutale amministrazione dello stato del Congo. In politica interna si impegnò a garantire la neutralità del Belgio.  In politica estera promosse l’esplorazione dell’Africa nel bacino del fiume Congo, da lui considerato come una grande “autostrada” per i traffici verso l’Africa Occidentale, e di conseguenza nel 1885 divenne Sovrano dello stato indipendente del Congo. Verso la metà del 1800, infatti l’Africa era stata portata di nuovo alla ribalta europea dagli esploratori che vi si erano addentrati per curiosità scientifica, scopi umanitari e missionari.

Fra coloro che invece pensarono di sfruttare l’Africa per realizzare i propri  progetti coloniali ci fu proprio re Leopoldo II. Per aggirare il governo belga, che non mostrava interesse né aveva risorse economiche e militari, nel 1876 il sovrano fondò l’Associazione internazionale dell’Africa (poi Associazione internazionale del Congo). Dal novembre 1884 al febbraio 1885, l’Africa fu spartita in zone di influenza. I conflitti tra le varie potenze favorirono le mire di Leopoldo, sostenute dal Bismarck, e l’antico regno del Congo fu diviso in tre parti: al Portogallo toccò l’Angola e Cabinda; alla Francia la fetta a nord del fiume Zaire; al monarca belga le terre esplorate da Stanley, cioè tutto il bacino del grande fiume e zone circostanti. Nasceva il Libero stato del Congo che il parlamento belga riconobbe come proprietà «esclusiva» di Leopoldo II, senza gravami sui contribuenti belgi. Leopoldo estrasse una grande fortuna dal Congo, all'inizio con l'esportazione di avorio, poi estraendo la gomma dalle piante. Interi villaggi vennero requisiti per farne luoghi di depositi e lavorazione della gomma.  Tutti i congolesi furono obbligati a raccogliere il caucciù senza ricevere niente in cambio e ogni villaggio doveva consegnare agli emissari del re-proprietario una certa quota del prezioso prodotto vegetale: chi si rifiutava, o consegnava quantità minori di quelle richieste, era punito duramente, fino alla mutilazione; a chi non produceva la quota di caucciù veniva tagliata una mano o un piede, alle donne le mammelle. Contro i ribelli si ricorreva all’assassinio, a spedizioni punitive, distruzioni di villaggi, presa in ostaggio delle donne.  Morirono 2 milioni di congolesi su un totale di 15 milioni.

Nel 1908 i pettegolezzi della stampa e dell'opinione pubblica delle notizie sulle atrocità commesse nello stato, fecero sì che il Belgio proclamasse l'annessione ufficiale dello Stato e la fine delle persecuzioni nei confronti dei nativi; la colonia assunse in seguito il nome di Congo Belga.

La scandalosa amministrazione del Congo da parte di Leopoldo II viene ancora oggi ricordata come uno dei crimini internazionali più infamanti del XX secolo. Questa pagina della storia, spesso trascurata, ci fa capire come in passato vi sono stati molti altri genocidi che noi non conosciamo, ma che sarebbe meglio studiare e  approfondire  per conoscere le atrocità di cui l’uomo “bianco” è stato capace.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Il tuo indirizzo email non sarà visibile.
Il codice HTML non è permesso.

Meteo
Meteo Sicilia
Il Diario di Anna Frank

Il Diario di Anna Frank

Il diario di Anna Frank
Anna Frank è una ragazza tedesca di origine ebrea, nata a Francoforte nel 1929, che, prima di morire a soli 16 anni nel campo di concentramento di Bergen Belsen, ci insegna il valore della bontà nonostante il mondo disumano in cui si trova a vivere.
Perseguitati ...

Commenta

Quando gli albanesi eravamo noi

Quando gli albanesi eravamo noi

In queste settimane in cui tanto si parla di immigrazione e delle problematiche sociali che essa implica anche nella nostra nazione che in pratica è la frontiera sud dell'Europa, con il prof. di Lettere abbiamo dedicato alcune lezioni per riflettere su questa importante tematica.
Tra le altr...

Commenta

Volevo i pantaloni

Volevo i pantaloni

"Volevo i pantaloni" è il primo romanzo di Lara Cardella, pubblicato nel 1989, quando l'autrice aveva solo 19 anni.
Il romanzo racconta la situazione di una adolescente, costretta nelle restrizioni mentali e culturali della Sicilia di quegli anni.

Commenta

Binomio fantastico

Binomio fantastico

Altra divertentissima attività condotta durante gli ultimi appuntamenti del laboratorio condotto dalla Prof.ssa Corridore durante le ore del tempo prolungato della II A

Commenta

Vai con i limerik

Vai con i limerik

Durante l'ultimo incontro del rientro pomeridiano della classe II A e II B, la prof.ssa Corridore Rossella ha proposta agli studenti un classico della scrittura creativa: i limerik. Ecco il risultato

Commenta

TORTA AL CIOCCOLATO RIPIENA DI MASCARPONE

TORTA AL CIOCCOLATO RIPIENA DI MASCARPONE

TORTA AL CIOCCOLATO RIPIENA DI MASCARPONE
(per 8 persone)
Ingredienti:
• 100 g di farina
• 4 cucchiai di cacao amaro
• 4 uova
• 110 g di burro
• 200 g di zucchero
• 250 g di Mascarpone
• 2 cucchiai di zucchero a velo
• panna montata per decorare

Commenta

GIRELLE DI SFOGLIA

GIRELLE DI SFOGLIA

GIRELLE DI SFOGLIA
INGREDIENTI:
-1 rotolo di pasta sfoglia
- 150g di formaggio
-100g di prosciutto cotto
-salsa di pomodoro
-origano secco
-sale e pepe
PREPARAZIONE:
Condite la salsa di pomodoro con un pizzico di sale, pepe e origano sbriciolato. Tagli...

Commenta

Miami: città da vivere

Miami: città da vivere

Miami è una città di 404.048 abitanti (5.400.000 nell'area metropolitana) degli Stati Uniti d'America, capoluogo della Contea di Miami-Dade.
Considerando unicamente il numero di abitanti che si trovano all'interno dei suoi confini amministrativi, è la seconda città della Florida, ma l'area u...

Commenta

In giro per Madrid

In giro per Madrid

Madrid è la capitale e la città più grande della Spagna. La popolazione della città è di circa 3,2 milioni di abitanti, ma la popolazione dell'area metropolitana è calcolata in quasi 6,5 milioni. Si tratta del terzo comune più popoloso nell'Unione Europea, dopo Londra e Berlino, e la sua area met...

Commenta

Intervista ai nonni sulla festa di Sant'Antonio a Giarratana

Intervista ai nonni sulla festa di Sant'Antonio a Giarratana

Gli alunni delle classi IV della scuola Primaria di Giarratana ,sotto la guida della maestra Assunta Liali, nell'ambito del progetto Beni Culturali ed ambientali, hanno fatto uno studio sulle feste e tradizioni religiose del paese ed in occasione della festa di Sant'Antonio Abate hanno fatto dell...

Commenta

Turiddu Elia: la medicina, la storia, il desiderio di sapere e poi consigli preziosi

Turiddu Elia: la medicina, la storia, il desiderio di sapere e poi consigli preziosi

Oggi abbiamo intervistato il medico "storico" che esercitava la sua professione a Giarratana, Salvatore Elia.

Commenti (1)

Andiamo a quel paese

Andiamo a quel paese

Andiamo a quel paese
REGIA: Salvo Ficarra, Valentino Picone
CAST: Salvo Ficarra, Valentino Picone, Tiziana Lodato, Lily Tirrinnanzi, Fatima Trotta, Ludovico Caldarera, Mariano Rigillo, Francesco Paolantoni, Nino Frassica, Maria Vittoria Martorelli
ANNO: 2014
DURATA: 90 minuti<...

Commenta

Maleficient

Maleficient

MALEFICENT
Titolo originale:
Maleficent
Anno:
2014
Nazione:
Stati Uniti d'America
Distribuzione:
Walt Disney Pictures
Produzione:
Walt Disney Pictures
Durata:
97 min
Data uscita in Italia:
28 maggio 2014
Genere:
avven...

Commenta

Dentro l’allevamento di visoni:uccisi con il gas per la pelliccia.

Dentro l’allevamento di visoni:uccisi con il gas per la pelliccia.

In decine di file di capannoni stretti e lunghi, gabbie di metallo larghe 36 cm profonde 70 e alte 40 cm,in Italia vivono i visoni allevati per la loro pelliccia.
Le regioni a maggior produzione di queste pellicce sono la Lombardia, il Veneto e l' Emilia Romagna che producono annualmente 170...

Commenta

Strani fiori

Strani fiori

Oltre ai fiori più comuni,da noi conosciuti,al mondo esistono tantissime varietà di fiori molto particolari;fiori che non hanno bisogno di descrizione,poiché parlano da sé. Dalla dolcissima orchidea ballerina al particolarissimo fiore bacio. Eccone alcuni fra i più belli:

D'AMICO LUISA E ...

Commenta